Telefono

02 7628 1174

Lun - Mer / Ven: 9.30 - 19:30

Gio: 15.00 - 19.30

External image

Visita di Medicina del sonno: in che cosa consiste?

Esattamente come le patologie anche gli esami diagnostici a cui si può ricorrere per inquadrare un disturbo del sonno sono numerosi e molto diversi tra loro. Tra i più praticati vanno certamente menzionati la Polisonnografia o la poligrafia notturna e l’Actigrafia (Monitoraggio prolungato del ciclo sonno-veglia).

Ognuno di questi controlli è mirato soprattutto a creare una diagnosi e a stabilire con certezza sintomi e caratteristiche della patologia in essere.

Essi necessitano però dell’analisi e del contributo determinante di un medico specializzato in Medicina del Sonno che sappia, di fronte alle esigenze e alle caratteristiche del singolo paziente, plasmare la più corretta terapia ed eventualmente completare il percorso diagnostico-terapeutico.

Per quali patologie scegliere un medico del sonno? 

Parlare di sonno significa trattare di un’attività che copre un terzo della nostra vita e che proprio per questo garantisce vitalità e benessere. Se esso è compromesso da patologie i problemi che il nostro organismo può andare a riscontrare sono anche di notevole entità.

Occorre perciò prestare la massima attenzione alla qualità del sonno che manteniamo, così da poter ricorrere al parere di un esperto ogni qual volta vi sia qualche disagio. Una riduzione del consueto ritmo del sonno rappresenta il disturbo semplice ma già molto importante a cui si può andare incontro. Stravolgere gli orari o vivere un periodo di sonno irregolare può incidere anche profondamente su aspetti fisici, cognitivi, immunitari, psicologici e comportamentali.

Considerata dunque l’esigenza di affidarsi ad un medico di Medicina del Sonno ogni volta che si percepisca un cambiamento nel proprio regolare ritmo tra giorno e notte, questa necessità di parlare con uno specialista aumenta qualora siano riscontrate vere e proprie patologie o disturbi del sonno. Meglio evitare soluzioni fai da te, rimedi casalinghi o sottovalutare episodi ritenuti ininfluenti.

Qualora anche soltanto si ipotizzi di soffrire di:
• insonnia
• sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS)
• russamento
• bruxismo,
• sindrome delle gambe senza riposo,
• narcolessia o ipersonnie con eccessiva sonnolenza diurna,
• parasonnie ( fenomeni inabituali del sonno) come sonnambulismo, incubi, sogni agitati e vividi

É buona norma affidarsi al consiglio di una figura preparata ed esperta in Medicina del Sonno.