Telefono

02 7628 1174

Lun - Mer / Ven: 9.30 - 19:30

Gio: 15.00 - 19.30

pavimento pelvico

Pavimento pelvico: cos’è e come funziona

Il pavimento pelvico è un insieme di tessuto muscolare e connettivale che coincide con la zona genito-urinaria-anale, è quella parte del corpo che “chiude” inferiormente lo spazio addominale contenendo i visceri.

Le disfunzioni del pavimento pelvico sono estremamente diffuse, soprattutto tra la popolazione femminile, ma purtroppo solo una piccola percentuale di queste donne ricerca aiuto in un professionista.
Il pavimento pelvico partecipa a numerosissime funzioni.

QUALI SONO LE FUNZIONI DEL PAVIMENTO PELVICO?

  • Funzione di statica pelvica

Il PP permette il mantenimento degli organi pelvici (vescica, uretra, intestino, ano) all’interno della pelvi. Se la struttura muscolare è intatta si ha un’integrità che permette il mantenimento degli organi in posizione corretta. Se le strutture muscolari presentano una debolezza, le strutture legamentose dovranno sostenere tutto il peso degli organi pelvici andando incontro ad un maggiore rischio di lesione

  • Funzione urinaria

La minzione è l’insieme di atti fisiologici, volontari e involontari, che determinano l’espulsione dell’urina contenuta in vescica attraverso il canale uretrale. I muscoli del PP (inclusi gli sfinteri) svolgono un ruolo fondamentale nella continenza urinaria permettendo di controllare un atto che è essenzialmente riflesso.

  • Funzione ano-rettale (defecatoria)

La defecazione è l’insieme di atti fisiologici, volontari e involontari, che determinano l’espulsione delle feci raccolte nell’intestino, attraverso l’ano. Il PP, e in particolare il muscolo pubo-rettale, è di fondamentale importanza per la continenza fecale in quanto il tono a riposo di questo muscolo, insieme alla contrazione dello sfintere anale esterno, permette di mantenere la continenza

  • Funzione sessuale e riproduttiva

La muscolatura del PP ricopre un ruolo fondamentale nella sessualità sia maschile sia femminile. Per quanto riguarda le donne i muscoli del PP sono importanti durante la fase di penetrazione (la muscolatura deve essere rilassata) e durante l’orgasmo (contrazione ritmica della muscolatura). Per quanto riguarda gli uomini i muscoli del PP sono fondamentali per l’erezione e il suo mantenimento nel tempo e durante la fase di eiaculazione.

La riproduzione include sia il periodo della gravidanza, durante il quale i muscoli del PP devono aumentare il loro tono come conseguenza dell’aumento del peso intracorporeo e il periodo del parto e post-parto durante il quale la donna andrà incontro ad uno stiramento delle fibre muscolari, connettivali e nervose.

  • Funzione biomeccanica

Il PP, insieme a trasverso dell’addome, multifido e diaframma respiratorio, è responsabile della stabilizzazione del “core”. Alcuni studi hanno dimostrato che il PP si attiva in maniera anticipatoria rispetto all’azione da compiere. Questo è importante perché durante qualsiasi movimento la pressione intra-addominale aumenta e, se trova minore resistenza a livello del PP (rispetto agli altri muscoli precedentemente elencati) va a predisporre a problematiche della statica pelvica o problematiche di incontinenza urinaria.

  • Funzione emotivo-relazionale

COSA SUCCEDE SE IL PAVIMENTO PELVICO NON FUNZIONA A DOVERE? SI POSSONO PRESENTARE 3 SITUAZIONI:

  • UNDERACTIVE: i muscoli non si contraggono quando dovrebbero. Si hanno quindi sintomi della fase di riempimento, disfunzioni sessuali e/o prolasso degli organi pelvici
  • OVERACTIVE: i muscoli non si rilassano o si contraggono quando dovrebbero rilassarsi. Si hanno prevalentemente sintomi della fase di svuotamento e/o disfunzioni sessuali
  • NON FUNCTIONING: non è presente alcuna contrazione palpabile dei muscoli del PP

PERCHÉ LA RIEDUCAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO È IMPORTANTE?

Perché aiuto ad aumentare la consapevolezza e la conoscenza di una regione anatomica troppo spesso dimenticata, migliora il tono e il trofismo della muscolatura e migliora la continenza al fine di migliorare la qualità della vita delle persone che soffrono di disfunzioni in questa regione. Questo tipo di rieducazione non ha controindicazioni importanti se non la collaborazione del paziente e l’eventuale chirurgia ravvicinata a livello pelvico.

Le condizioni che vengono trattate con questa riabilitazione sono:

  • Incontinenza urinaria da sforzo, da urgenza o mista
  • Incontinenza fecale
  • Prolassi degli organi pelvici
  • Disfunzioni sessuali (Dispareunia, vaginismo o dolore sessuale)
  • Dolore pelvico cronico

L’INCONTINENZA URINARIA interessa una percentuale importante della popolazione (soprattutto femminile), ma solo il 20% cerca aiuto. L’incontinenza urinaria è una perdita involontaria di urina attraverso l’uretra, questa può avvenire nella vita quotidiana a seguito di sforzi, colpi di tosse e starnuti, attività fisica. È importante che questa problematica venga affrontata e indagata insieme ad uno specialista al fine di evitare fastidio e imbarazzo nella vita quotidiana.

Questo breve approfondimento a scopo divulgativo è stato scritto dalla Dottoressa Elisabetta Ferrari, fisioterapista specializzata sulla riabilitazione del pavimento pelvico.

Se vuoi prendere un appuntamento puoi contattare qui la nostra segreteria

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Aggiungi un Commento *

Name *

Email *

Website